Andature a vela

Andature a vela

Per andatura si intende l’angolo formato tra l’asse longitudinale dello scafo e la direzione del vento. La propulsione nelle barche a vela è prodotta, in modo analogo alla portanza di un’ala, dalla differenza di pressione generata dal vento sulle due “facce” della vela. La diversa direzione del vento rispetto all’asse longitudinale dell’imbarcazione costringe i conduttori della barca a modificare la regolazione delle vele per meglio sfruttare la spinta del vento sulle...
Lettera al motoscafista

Lettera al motoscafista

“Caro motoscafista, perdona queste poche righe, scritte da chi condivide il mare con te.

Quando una barca a vela vede un motoscafo puntarle addosso, non sa se chi guida il motoscafo l’ha vista, oppure se un pilota automatico ha ancora il controllo. Il motoscafo è così veloce rispetto alla barca a vela, che tentare di togliersi all’ultimo è spesso impossibile: ogni anno, solo in Italia, ci sono incidenti in cui un motoscafo senza controllo travolge un’altra imbarcazione. Per favore, tu che hai una buona abitudine di sapere dove va la tua barca passa un poco più distante dalle vele che ti trovi sulla strada, facendo loro capire chiaramente che le hai viste.
Ci sono persone che navigano a vela perché non hanno il motore, oppure perché hanno il motore in avaria, oppure perché amano tenerlo spento. O sono barche con bambini a bordo. Se con un motoscafo passi troppo vicino a una barca che naviga a vela, le tue onde la fermeranno,…

Navigare in laguna di Venezia

Navigare in laguna di Venezia

Per chi decidesse di inoltrarsi nei meandri di canali e canaletti della laguna di Venezia questa mappa aggiornata con tutte le batimetriche risulterà utile per una consultazione indirizzata a non finire in secca. Visualizza le Batimetriche della Laguna di...
Ricette in barca

Ricette in barca

In questa sezione potrete trovare ricette testate da noi e dai nostri amici navigatori che gentilmente le hanno inviate, pensiamo che scambiarsi idee anche in cucina sia un buon modo per rendere più gradevoli i nostri soggiorni a bordo. POMODORI RIPIENI DI RISO Ingredienti per 4 persone: 8 pomodori tondi abbastanza grossi 8 cucchiai di riso thai 2 spicchi d’aglio un ciuffetto di prezzemolo origano sale olio e.v.o. Preparazione Sbucciare l’aglio, tagliarlo in due, privarlo del germoglio e lasciarlo marinare in 10 cucchiai d’olio e.v.o. Tagliare la calottina ai pomodori e svuotarli della polpa con un cucchiaino, raccogliendola in una terrina. Se necessario tagliare a piccoli pezzi le parti più grosse. Aggiungervi il prezzemolo tritato, un pizzico di origano (non troppo altrimenti copre gli altri sapori e risulta indigesto), un cucchiaio di riso per ogni pomodoro e l’olio “agliato”; aggiustare di sale e mescolare bene. Adagiare i pomodori svuotati in una teglia unta con un velo d’olio, salarli leggermente all’interno, e riempirli con il composto preparato con la polpa e il riso, coprirli con le calottine e cuocere in forno a 200° per circa 1 ora, se sono molto grossi anche 1 ora e mezzo. Lasciarli intiepidire prima di servirli. POLPETTONE DI TONNO Ingredienti per 6 persone: 320 gr di tonno sott’olio 2 patate medio/grosse 5/6 cetriolini sott’aceto 10 cipolline sott’aceto 2 cucchiai di capperi sott’aceto 50 gr di parmigiano 4/5 cucchiai di pangrattato un pizzico di sale 2 cucchiai di aceto 2 uova intere Preparazione Lessare le patate intere e con la buccia, o cuocerle a vapore. Fare un battuto con i capperi, i cetriolini e le cipolline...
Proverbi Marinareschi

Proverbi Marinareschi

PROVERBI DA UOMO DI MARE

Accerta il corso e poi spiega la vela
Chi discioglie la vela a piu’ di un vento, arriva spesso a porto di tormento
Chi e’ in mare navica chi e’ in terra radica
Pallidezza del nocchiero, di burrasca segno vero
Tu dagli eventi prenderai consiglio pronto e sicuro in subito periglio.
E ricorda che all’uomo dice Iddio: “Aiutati, che allor ti aiuto anch’io”.
Popolo marinaro, popolo libero.
Chi non sa pregare vada in mare a navigare.
Chi non va per mar Dio non sa pregar.
Meglio chiamar gli osti in terra che i santi in mare.
Chi e’ padrone del mare, e’ padrone della terra
Il mondo e’ come il mare: e vi s’affoga chi non sa nuotare
Chi non ha navigato non sa che sia male.
Vecchia nave, ricchezza del padrone.
In nave persa, tutti son piloti
Ogni nave fa acqua; quale a mezzo, quale a proda, e quale in sentina…

Dizionario di Terminologia Nautica – Italiano Inglese – Lettera Z

Dizionario di Terminologia Nautica – Italiano Inglese – Lettera Z

Z     zattera di salvataggio: (s.f.) (A bordo) liferaft Vedi “autogonfiabile”. zavorra: (s.f.) (Terminologia)  ballast Pesi che vengono disposti a bordo dell’imbarcazione, normalmente il più in basso possibile nella chiglia, per equilibrare la spinta laterale del vento ed il conseguente movimento di rollio e di sbandata. Normalmente tali pesi sono in piombo e nei velieri moderni è la lama di deriva stessa, costruita con metalli pesanti, ad essere zavorrata. In alcune particolari velieri da regata la zavorra è costituita da acqua di mare che può essere pompata in apposite casse (dal lato sopravvento) quando necessario. zenit: (s.m.) (Geografia)  zenit Punto della sfera celeste che si trova esattamente sulla verticale al di sopra del luogo di osservazione. zinco: (s.m.) (Varie) zinc, zinc plate Metallo dotato di particolari caratteristiche elettrolitiche col quale si realizzano piastre ed elementi (chiamati anodi) che vengono utilizzati per evitare la corrosione di elementi metallici immersi ad opera delle correnti galvaniche.Tali elementi vengono posizionati nella parte immersa dello scafo, in corrispondenza di parti metalliche, in particolare dell’elica e della zavorra, e nel tempo si consumano evitando la corrosione delle parti metalliche contigue. Per questo vengono anche chiamati zinchi...