Festa Del Redentore 2012

La Festa del “Redentore”, una delle più antiche feste popolari veneziane, si celebra ogni anno la terza domenica di luglio: è la festa più amata e più sentita dai Veneziani che, seguendo un rito che si ripete da quattrocento anni, si radunano nel bacino di San Marco ad ammirare e ad attendere i fuochi d’artificio di mezzanotte.

La storia racconta che, dopo anni di epidemia, il doge sciolse il voto di erigere al Redentore un tempio di ringraziamento nell’isola della Giudecca. L’incarico fu affidato al Palladio che nel 1579 pose la prima pietra: la chiesa fu poi consacrata nel 1592.

Il 21 luglio 1578, nel luogo in cui si era deciso fosse eretto il tempio, si gettò attraverso il canale della Giudecca un ponte formato da galee. Una folla immensa di Veneziani, scampati alla terribile epidemia, lo attraversò consapevole che i lutti e le disgrazie erano terminati. Quando fu costruito il tempio, il doge stabilì che la terza domenica di luglio fosse destinata al pellegrinaggio. Nonostante siano passati più di quattro secoli dalla sua istituzione, la festa del Redentore continua a svolgersi negli stessi luoghi e con le stesse modalità, ancora oggi, infatti, la città viene unita alla Giudecca da un ponte di barche. Il culmine della festa è verso mezzanotte con i fuochi d’artificio.

 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *